La raccolta dei dati bio-psico-sociali: 100 domande

E. Berselli e F. Menozzi (2019)

La raccolta dei dati bio-psico-sociali: 100 domande, Hogrefe 2019

La raccolta dei dati bio-psico-sociali

La raccolta dei dati bio-psico-sociali costituisce uno degli strumenti fondamentali del processo diagnostico poiché fornisce informazioni preziose per comprendere il funzionamento psicologico e psicopatologico di un paziente in una dimensione longitudinale.

In questo lavoro le autrici propongono uno modello anamnestico che non si limita a una raccolta di dati oggettivi, ma amplia la prospettiva, integrando i vissuti soggettivi del paziente e ponendo particolare attenzione a dimensioni quali l’alleanza diagnostica tra clinico e paziente.

In quest’ottica, la raccolta dei dati bio-psico-sociali permette di ricostruire la storia personale, familiare e clinica del paziente secondo una concezione multidimensionale di salute e malattia, andando così a costituire uno strumento di lavoro dello psicologo particolarmente importante per una comprensione approfondita del funzionamento.

In questo volume, il lavoro di raccolta dei dati bio-psico-sociali viene sistematizzato attraverso riferimenti teorici e, soprattutto, grazie a indicazioni operative per utilizzare al meglio lo strumento anamnestico con il paziente e/o con i familiari.

 

Le autrici
Elena Berselli,
psicologa e psicoterapeuta, è professore a contratto di Tecniche del colloquio presso l’Università degli Studi di Milano-Bicocca.  Socio ordinario di A.R.P. Studio Associato, dove svolge attività clinica, didattica e di supervisione, e socio dell’Associazione per la Ricerca in Psicologia clinica (ARP), ha pubblicato diversi lavori relativi al processo diagnostico e agli strumenti di valutazione.

Francesca Menozzi, psicologa e specializzanda in psicoterapia, collabora come anamnesta presso ARP Studio Associato ed è socio dell’Associazione per la Ricerca in Psicologia clinica (ARP).