Corso sulla coppia e sulla famiglia

15|16.02.2020
14|15.03.2020

promosso dal Servizio per la Coppia e la Famiglia
Supervisore clinico: Alessandro Vassalli
Coordinatrice: Valeria Resmini

INFO LINE02.89013106

L’esperienza di lavoro costruitasi negli anni all’interno del Gruppo famiglia in A.R.P. ci ha portato a fare riflessioni cliniche sui conflitti di coppia che sempre più vedono inasprimenti che conducono, a volte rapidamente, a volte con tempi più lunghi, a separazioni dolorose che hanno ricadute anche sulla crescita dei figli laddove ci siano.

La costruzione di una buona “alleanza diagnostica” è per noi il presupposto che crea le fondamenta per lavorare con la coppia.

L’esperienza clinica ci ha insegnato che solamente con il raggiungimento di un’alleanza diagnostica sul conflitto relazionale in corso si può iniziare a “lavorare” sulle emozioni che circolano e che vengono proiettate sull’altro, in un “gioco” di equivoci emotivi che si alimentano nel tempo tramandandosi anche attraverso le generazioni.

Il modello di lavoro che abbiamo costruito ci ha portato ad utilizzare una lente di lettura “bifocale” nell’intento di fare una diagnosi relazionale che possa tenere insieme anche la ricostruzione delle vicende emotive primarie di ciascun individuo.

Inoltre, la nostra idea è che le vicende emotive personali e individuali quando convergono nell’originare una coppia creino un’aera terza e peculiare che è quella della relazione tra quei due individui.

Indagando le origini del conflitto si può comprendere la presenza di elementi utili a un percorso di presa in carico e di cura, oppure valutare se tale conflittualità sia da considerarsi così pregiudizievole per la coppia e per i figli, tanto da richiedere interventi aggiuntivi.

In un contesto spontaneo, la presa in carico della coppia o della famiglia è indicata laddove ne sia fatta richiesta dettata dalla consapevolezza di un disagio, più o meno manifesto, e di una sofferenza dei componenti del nucleo familiare conflittuale disposti a comprenderne le cause e a modificarne le dinamiche.

In un contesto coatto, la presa in carico avviene laddove i protagonisti sono scarsamente consapevoli della loro conflittualità e in genere per nulla coscienti di elementi di rischio, per sé e per i figli; tale situazione prevede che gli elementi di pregiudizio per il minore siano portati, tramite segnalazione, alla conoscenza di organi competenti e predisposti alla Cura e alla Tutela (Autorità Giudiziaria).

Il corso ha l’intento di offrire a psicologi e psicoterapeuti gli strumenti per effettuare una diagnosi relazionale su una coppia conflittuale e saper differenziare, qualora siano presenti figli, un contesto di presa in carico spontaneo da uno che necessita di una segnalazione alla Autorità Giudiziaria per garantire una cornice in cui poter lavorare tutelando ed essendo tutelati.

L’obiettivo è quello di aumentare la capacità di riconoscere i segnali di allarme che possano far ipotizzare una situazione di pregiudizio per i minori, ponendo l’attenzione ai differenti disagi nelle diverse fasce d’età (infanzia, preadolescenza e adolescenza).

Fornire informazioni volte ad ampliare la conoscenza delle nuove figure che operano in contesti conflittuali, come il coordinatore genitoriale, il mediatore, il curatore, per poter avere una più ampia conoscenza sul tema e ampliare le possibili strategie di intervento.

Il corso si rivolge a psicologi e psicoterapeuti che abbiano desiderio di accrescere e finalizzare le loro competenze in merito alla conflittualità all’interno delle coppie e quindi a volte delle famiglie, con uno sguardo allargato alla cura e alla tutela dei minori.

Tutti i docenti sono psicoterapeuti esperti che hanno acquisito una significativa esperienza di lavoro con le coppie conflittuali, anche in presenza di minori in ambiti pubblici e privati. Psicologi psicoterapeuti che da diversi anni lavorano con le coppie e le famiglie e che, avendo di base formazioni differenti, potranno trasmettere le loro conoscenze cliniche costruite anche in anni di lavoro condiviso “sul campo”.

Simonetta Cattaneo della Volta, psicologa, psicoterapeuta con specializzazione sistemica relazionale. Ha collaborato per anni nelle realtà periferiche milanesi e nell’équipe di Terapia familiare dell’Unità Operativa di Psicologia Clinica dell’Ospedale San Carlo di Milano,  rivolta al trattamento di pazienti psichiatrici e alle loro famiglie, in particolare pazienti gravi, maltrattamenti e  violenze intrafamiliari ed intergenerazionali. Collabora con lo Studio associato ARP nei servizi Famiglia, Adolescenti e Disturbi alimentari; svolge attività libero professionale presso il proprio  studio occupandosi di  terapie individuali, di coppia e familiari.

Caterina de Colle,  psicologa psicoterapeuta, psicodiagnosta ed esperta in Tutela Minori. Svolge attività clinica presso il Consultorio Familiare Integrato ASST Santi Paolo e Carlo di Milano occupandosi di minori e famiglie. Fa parte del servizio famiglia dell’ARP con uno sguardo sulle coppie conflittuali. Ha lavorato presso il carcere per Minorenni C. Beccaria, dove ha potuto fare esperienza con i minori devianti. Ha svolto diverse collaborazioni con l’Ospedale di Niguarda e San Carlo occupandosi di disturbi del comportamento alimentare e problematiche psichiatriche.

Artemisia Gentileschi, psicologa, psicoterapeuta, specializzata in psicoterapia di gruppo presso la COIRAG e in Psicoterapia Sensomotoria per la cura del trauma e delle ferite dell’attaccamento  presso il Sensorimotor Psychotherapy  Institute, svolge attività clinica  privatamente e come consulente  dello Studio Associato ARP  nel Servizio Coppie e  Famiglia e nel Servizio Bambini.

Filippo Marconi, psicologo e psicoterapeuta di orientamento Sistemico-Relazionale. Lavora nel campo della tutela minori e si occupa di valutazioni e terapie rivolte ai minori e ai loro familiari di riferimento. Dal 2012 è giudice onorario presso il Tribunale per i Minorenni di Milano, dal 2003 è consulente presso il Servizio Tutela Minori del comune di Cinisello Balsamo. Collabora con lo studio associato A.R.P. e con il CentroMoses nell’ambito delle psicoterapie di coppia e familiari.

Antonella Pasqualini, psicologa, psicoterapeuta e psicotraumatologa,  è socio Ordinario dello Studio Associato   A.R.P. di Milano. Coordina il Servizio Bambini dello Studio associato ARP dove svolge attività clinica. A partire da una appartenenza  psicodinamica di provenienza  con la Scuola di psicoterapia  del  bambino e dell’adolescente,   la sua formazione si è arricchita  negli anni con il modello sistemico-relazionale e la Psicoterapia Sensomotoria. Si occupa da anni  della diagnosi e della cura dei disturbi della prima infanzia, dell’età evolutiva e delle relazioni famigliari  oltre che  della diagnosi e della cura del trauma psicologico .

Annamaria Paternuosto, psicologa, psicoterapeuta specialista in sessuologia. Collabora da oltre 25 anni con ARP Studio Associato di Psicologia Clinica. Lavora con le coppie, le famiglie e con i singoli adulti. Svolge attività di formazione nelle strutture pubbliche con psicologi e operatori socio-sanitari. È da sempre impegnata in attività di ricerca e formazione sui temi dell’identità di genere, della gravidanza e della relazione precoce bambini/genitori. Come psicosessuologa ha collaborato con Enti territoriali e Associazioni in progetti di prevenzione sui temi dell’affettività, della sessualità e del maltrattamento e abuso. Dal 2015 è presidente dell’A.R.P. associazione no profit.

Valeria Resmini, psicologa, psicoterapeuta individuale e famigliare, svolge attività clinica con adulti, adolescenti, coppie e famiglie. Coordina il Servizio per la coppia e la famiglia dello Studio associato ARP dove svolge attività clinica. Dopo essersi formata sulla testistica psicodiagnostica in A.R.P., ha proseguito la sua formazione in ambito psichiatrico presso l’Azienda Ospedaliera di Niguarda a Milano, specializzandosi poi sulla terapia sistemico-famigliare presso il Centro Milanese di Terapia della Famiglia.  Si è occupata per molti anni di uno sportello scolastico per ragazzi pre-adolescenti, lavorando in parallelo con gli insegnanti e i genitori e ha insegnato come professore a contratto presso l’Università Bicocca di Milano. Attualmente lavora come consulente presso lo Studio Associato A.R.P. e svolge attività libero professionale presso il proprio studio, occupandosi di adulti e adolescenti.

Ester Nahum Sembira, psicologa e psicoterapeuta svolge attività clinica di consulenza e di psicoterapia con adulti, adolescenti, bambini, famiglie e coppie. Ha una formazione sulla testistica diagnostica e sta completando una formazione sulla psicotraumatologia. Ha lavorato in diverse strutture pubbliche e   collabora da 9 anni con il reparto di psichiatria del Policlinico di Milano con attività clinica e di ricerca. Attualmente svolge attività clinica presso lo Studio Associato A.R.P.  Da sempre interessata a progetti di prevenzione nell’ambito dell’età evolutiva.

 

 

ISCRIZIONI

Per inviare la domanda di iscrizione:

CALENDARIO e PROGRAMMA

La formazione si terrà:
sabato dalle 9.30 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 16.30
domenica dalle 9.30 alle 13.30

  • 15-16 febbraio 2020
  • 14-15  marzo 2020

Scarica il programma delle giornate

ATTESTATI

Al termine del corso, sarà rilasciato l’attestato comprovante la partecipazione alle giornate formative.

COSTI

Costo di iscrizione riservato ai partecipanti esterni

300 € + 2% + IVA

Associati, collaboratori, allievi dei corsi A.R.P., tirocinanti A.R.P. e soci CSCP.

250 € + 2% + IVA

Crediti formativi

Corso con crediti formativi ECM per psicologi, psicoterapeuti.

CONTATTI

Per informazioni e iscrizioni rivolgersi all’A.R.P. (dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 19.00) al numero di telefono 02.89013106 oppure via mail all’indirizzo info@arpmilano.it

Come arrivare
Metropolitana: Linea 2 – verde, Fermata S. Ambrogio
Autobus: 50 – 58 – 94
Tram: 16 -27
Parcheggio: “Carducci Parking”, via Olona, 2
dispone di posti auto al costo orario di € 2.50